+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

Metodi di allenamento per il calcio giovanile femminile

Quali metodi di allenamento utilizzate con le vostre bimbe e ragazze?

Il calcio giovanile femminile va ora in onda su Mental Football.

“Quale metodo usare? Quello che corrisponde di più alle vostre necessità”

Deming William Edwards 

Metodi o mezzi di allenamento?

Il metodo è un procedimento atto a garantire sul piano teorico o pratico, il soddisfacente risultato di un lavoro o di un comportamento.

Il termine mezzo assume diversi valori semantici nei diversi contesti in cui si utilizza, ma viene considerato l’ambiente dove si svolge un fenomeno.

Non esiste verità assoluta sulla metodologia, ma dobbiamo analizzare il contesto nella scelta del metodo adatto alle nostre giocatrici.

Analisi della storicità delle giocatrici

Ogni allenatore ha il suo metodo, vero… Ma il buon formatore analizza lo storico delle sue giocatrici prima di programmare gli allenamenti.

Quante ragazze provengono da settori maschili? Da quanti anni giocano? Provengono da altri sport? Giocavano nel parco sotto casa?

Conosco le mie giocatrici?

Spesso le ragazze non hanno uno storico esperienziale del gioco del calcio. La conoscenza delle esperienze sportive pregresse è importante nella struttura di un programma d’allenamento.

La conoscenza della squadra aiuta inoltre nella gestione educativa, manifestando interesse, capacità relazionali e fiducia.

Un pallone per amico

Alla base di un metodo ideale per l’allenamento non può mancare l’attrezzo da lavoro principale.

Il pallone è il nostro migliore amico. Non bisogna averne paura.

Holly e Benji

Un buon formatore, dopo l’analisi della provenienza delle giocatrici dovrà cominciare a programmare gli obiettivi delle varie sedute.

La scuola calcio

Il formatore nella scuola calcio femminile dovrà strutturare una programmazione efficace allo sviluppo delle open skills, indispensabili per la creazione di un identità dentro e fuori dal campo.

Pallone, gioco, divertimento sono alla base di un paradigma d’allenamento ideale.

Pulcine ed esordienti

In questa fase di sviluppo adolescenziale, spesso precoce nelle ragazze, un clima di serenità e fiducia aiuta la crescita della squadra.

La scelta di un metodo funzionale sarà determinante per obiettivi a lungo termine.

Il mezzo sarà il gioco, dove svilupperemo capacità coordinative, tecnica di base, capacità di problem solving.

Le mie ragazze non hanno mai giocato, come faccio?

Il calcio è inclusione, passione… Se il gruppo è alle prime esperienze, si comincerà a lavorare sul benessere psico-fisico derivante lo sport, la conoscenza delle regole, concentrando un lavoro tecnico analitico.

Le giovani apprendono velocemente!

La fase agonistica

Il metodo entra nello specifico della didattica dell’allenamento. Ogni mister ha una sua filosofia e sviluppa i suoi principi di gioco.

Entra in gioco l’agonismo del risultato, il miglior metodo sarà quello che riesce a lavorare sulla giocatrice nello specifico della performance.

Tecnica individuale, tattica, aspetti fisico- psicologici… la calciatrice moderna deve essere allenata rispettando questi parametri.

Non esiste un metodo migliore, ma diverse chiavi di lettura.

Analitico o situazionale? Questo è il dilemma? Il buon formatore analizza la situazione ed è in grado di applicare metodi e soluzioni adatte al suo gruppo.

Rimani aggiornato sulla pagina facebook MF Rosa e sul canale You Tube Mf Rosa.



Related Posts

Leave a Reply