+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

Il futuro dei giovani nel calcio Europeo

Molto spesso si discute sul fatto che troppi pochi giovani trovino spazio nella nostra Serie A, che si acquistino troppi calciatori stranieri e che la formazione a livello giovanile sia di scarso livello.

Altrettanto sovente però non abbiamo dati che possano supportare tali affermazioni.

Il Centro Internazionale per gli Studi sullo Sport (CIES football observatory), ha pubblicato nel suo 54esimo report mensile un’analisi completa sulla composizione e le sulle strategie dei cinque maggiori campionati europei (a seguire: top 5).

Per top 5 si intendono: Seria A per l’Italia, Premier League per l’Inghilterra, Liga per la Spagna, Bundesliga in Germania e Ligue 1 in Francia.

Il debutto

Una prima analisi riguarda quando i giovani calciatori debuttano in uno dei cinque maggiori campionati europei.

Età media dei giovani debuttanti

Dai dati risulta infatti che l’età media è di 21.7 anni: questo numero varia dai 22 anni nella Liga spagnola ai soli 21.3 nella Ligue 1.

Due aspetti rendono il campionato francese come uno dei più agevoli per le giovani promesse: la scelta economico-strategica di molti club di esporre in vetrina i propri talenti per rivenderli al mercato e un ottimo sistema di formazione a livello giovanile.

Un importante fattore che influenza inoltre l’eta media del debutto nei top 5 è il ruolo che ricoprono i calciatori. I giocatori offensivi infatti vengono lanciati con più coraggio dagli allenatori, mediamente intorno 21.2 anni, mentre i portieri devono aspettare di averne compiuti almeno 23.
Centrocampisti e difensori rispettivamente 21.3 e 22 anni.

Dove crescono i giovani calciatori?

Un’altra importante ricerca è stata fatta sulla provenienza dei calciatori debuttanti nei top 5.

Non è assolutamente scontato infatti che i giocatori debuttanti nei massimi campionati provengano dal settore giovanile dei propri club. I dati infatti sembrerebbero suggerire un andamento decisamente diverso.

Mediamente, tra i cinque maggiori campionati europei il 39.3% dei debuttanti proviene dal vivaio del proprio club o dalle squadre B, il 13.2% deve il suo debutto grazie alla promozione ottenuta con la propria squadra. E ben il 47.5% viene acquistato da un altro club.

Provenienza dei giovani debuttanti

E il dato assume una dimensione ancora più ampia se riferito alla sola Serie A, nel massimo campionato italiano infatti:

  • 24.9% dei giocatori debuttanti provengono dal settore giovanile
  • 12.2% ottengono la promozione della Seria B alla Serie A
  • 62.9% dei calciatori vengono acquistati da un club di Serie A

Questi dati riflettono come le strategie e gli investimenti tra i diversi campionati europei prendano strade assai diverse: in Inghilterra e in Italia c’è maggiore attenzione verso l’area dello scouting, mentre Spagna e Francia puntano molto di più sul proprio settore giovanile.

Non è un caso infatti che Francia e Spagna siano tra le nazionali che meglio hanno figurato nelle ultime competizioni, sia a livello giovanile che di prime squadre.

Per scaricare il documento completo della ricerca del CIES

Related Posts

Leave a Reply