+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

La rivoluzione del calcio femminile

Rivoluzione è un sostantivo femminile che unisce le parole evoluzione e riforma. Niente di più vicino a quanto successo nell’estate 2019 in Francia.

E’ il 7 giugno 2019, ed ha inizio una vera e propria ribellione fatta di stereotipi, sogni e tacchetti.

Il mondiale femminile France 2019” ha visto la partecipazione di 24 selezioni da ogni parte del mondo tra cui l’ Italia. La nazionale degli Stati Uniti alla terza finale consecutiva, ha confermato il titolo mondiale e detiene così il record di vittorie con quattro mondiali in bacheca.

E’ passato quasi un anno e qualcosa nel mondo del calcio sembra essere cambiato…

I numeri del calcio femminile

Circa 30 milioni sono le giocatrici nel mondo in questo momento, dunque il 40% delle sportive del pianeta: il calcio è lo sport più pratico al mondo dalle donne.

Numeri del movimento femminile nel mondo

L’Italia ha esteso gli orizzonti al calcio rosa un po’ tardivamente, ma gli ultimi dati sono confortanti.

Dalla stagione 2008-2009 in cui si contavano meno di 19 mila tesserate, in 10 anni di investimenti e promozione, il calcio femminile alla stagione 2017-2018 ha incrementato del 39.3% le proprie tesserate.

A ciò si aggiungono i numeri dei centri federali territoriali che ospitano 5000 ragazze in tutta Italia, con la chiara mission di sviluppare l’attività femminile giovanile a livello qualitativo e quantitativo.

Rivoluzione Azzurra

Grazie al boom mediatico del Mondiale, il calcio femminile ha avuto una grandissima visibilità. Per la prima volta la nazionale maggiore femminile è andata in onda in prima serata su Rai 1.

Si sono registrati ascolti record, superando i 7 milioni* di telespettatori durante la partita Italia-Brasile.

In più i mondiali femminili “France 2019” ha rappresentato il secondo evento sportivo per interazione e coinvolgimento social in diretta televisiva.

Ma non solo numeri: le azzurre hanno dimostrato valore dentro e fuori dal campo, mettendo in campo un calcio di qualità, far play e spirito di squadra. L’inizio di una vera e propria rivoluzione!

In Italia c’è aria di cambiamento

“Abbiamo giocato a questo bellissimo sport anche quando il calcio femminile non era seguito, oggi sentiamo l’affetto della gente “

Sara Gama – capitano della nazionale azzurra

La federazione ha previsto un piano strategico di sviluppo del calcio femminile, il quale fissa i seguenti punti al centro della rivoluzione:

  • gestione delle società iscritte alla serie A
  • l’obbligo di avere categorie di settore giovanile per le squadre professionistiche
  • incremento delle selezioni Nazionali femminili
  • proposte di legge sullo status del professionismo delle calciatrici

Oggi le calciatrici tesserate in Italia sono circa 24mila: un vero e proprio cambiamento rispetto alle 3mila tesserate di vent’anni fa. 

Aumentano le iscrizioni di bambine nelle scuole calcio e vi è un incremento di squadre femminili nelle società dilettantistiche.

Qs sport, nel 2019, ha infatti stimato un incremento del +40% del numero di richieste di iscrizione presso le scuole calcio femminili. Ciò determina un conseguente aumento degli addetti ai lavori che si avvicinano all’altra metà del calcio. 

La vera rivoluzione è appena cominciata e Mental Football vuole farne parte, perché oggi le bambine giocano, segnano e incollano le figurine delle loro beniamine.

Rimani aggiornato sulla pagina facebook MF Rosa e sul canale You Tube Mf Rosa.

*dati forniti dalla FIGC – L’impatto dei Mondiali femminili sul movimento italiano”

Related Posts

Leave a Reply