+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

ShootOut nella Scuola Calcio: il gol più bello di tutti.

ShootOut: portiere contro attaccante.
Una situazione di gioco vera e propria, trasformata in sfida nella categoria Esordienti, ma anche modalità di risoluzione finale di una gara ufficiale che coinvolgeva – nel lontano 2006 – Napoli e Juventus.

Molto divertenti per alcuni, inutili perdite di tempo per altri.
Sicuramente in grado di regalare emozioni ai nostri giovani calciatori; soprattutto a quelli “imprigionati” rigidamente in un ruolo predefinito, che non permette loro di provare la sensazione di trovarsi “a tu per tu” con il portiere avversario.

Esperti di calcio – universalmente riconosciuti come tali – esprimono l’intenzione di inserirli oggi nelle competizioni ufficiali.
Marco Van Basten ne rappresenta il più convinto sostenitore.

Cosa sono? Come si svolgono?
Come mai è così importante farli durante il confronto tra Esordienti?

ShootOut per la categoria Esordienti.

Dopo aver visto di cosa si tratta, ecco le regole ufficiali di gioco.

ShootOut – 1vs1: un rigore in movimento

  1. Il Gioco di Abilità Tecnica è una sfida agli ShootOut: sfida 1:1 tra giocatore e portiere delle due squadre Esordienti che si confrontano.
  2. L’obiettivo è quello di favorire l’apprendimento della tecnica, in particolare nel tiro in porta e nel dribbling (1:1).
  3. Il calciatore che svolge il ruolo di attaccante parte con la palla al piede da una distanza di mt. 20 dalla porta ed ha il tempo massimo di 8” per terminare l’azione.
    La partenza viene determinata dal fischio dell’arbitro. Dal fischio dell’arbitro parte il conteggio del tempo.
  4. Il portiere deve posizionarsi sulla linea della porta e può muoversi in avanti quando parte l’azione  dell’attaccante (quindi potrebbe non coincidere con il fischio dell’arbitro).
  5. Nel caso di respinta del portiere, palo o traversa l’azione deve considerarsi conclusa e non sarà possibile colpire ancora il pallone per una seconda conclusione.
  6. Gli Shootout verranno effettuati da tutti i calciatori partecipanti alla gara, tenendo conto degli obblighi fissati dal regolamento tecnico delle gare in merito alle sostituzioni.
    Di seguito il dettaglio relativo alla procedura:
    – prima dell’inizio del primo tempo della gara verranno effettuati contemporaneamente n°9 Shootout per squadra, coinvolgendo i calciatori che devono prendere parte al primo tempo, compreso il portiere.
    – prima del secondo tempo verranno effettuati ulteriori n°9 Shootout coinvolgendo i calciatori che devono prendere parte al secondo tempo, compreso il portiere.
  7. Al termine degli Shootout verrà considerata la somma dei goal realizzati da entrambe le squadre nelle due fasi.
    La squadra risultata vincitrice guadagnerà un punto da aggiungere al risultato dell’incontro (come se fosse un quarto tempo di gioco).
    In caso di parità, come per i tempi di gioco, verrà assegnato un punto a ciascuna squadra.

ShootOut: regalate anche voi un’emozione ai vostri calciatori

attività di base

Immagina che bello.
Durante una partita di calcio: una partita vera di calcio, non come la partitella finale in allenamento. Puntare forte il portiere avversario, forse metterlo a sedere con una finta, oppure scavalcarlo con un coraggioso “cucchiaio”.

E poi fare gol.
Esultare e correre sotto la tribuna per gioire con i tifosi più importanti: i miei genitori.
Anche solo per un attimo; anche se quel gol non permetterà alla Nazionale maggiore di partecipare al Mondiale quest’estate.
Anche se non sarà la rete che deciderà il campionato di Serie A.

Però sarà il gol più bello di tutti. E non importa se i miei compagni ne faranno altri.
E non importa se poi vincerò la partita, se giocherò un tempo soltanto oppure tre.
Quel gol li non me lo toglierà più nessuno.

Lo porterò a casa con me, insieme all’agitazione e alla pancia che si stringe poco prima che l’arbitro fischi.
Alla fretta di segnare in quegli 8″ di tempo che non mi sono mai sembrati così veloci.
Al portiere avversario che sembra coprire tutta la porta, ma che sarà sempre più piccolo del mio coraggio e della mia voglia di essere, almeno per quei pochissimi istanti, il giocatore più importante e forte del mondo.

Come fa un adulto, uno sportivo, un formatore a essere contro a tutto questo?

Gli ShootOut non rappresentano unica novità per la categoria Esordienti: scopri le altre qui.

Com’era finito quel Napoli – Juventus? Guarda il video dei primi ShootOut italiani qui!

Vuoi sapere cosa ne pensa Marco Van Basten? Clicca qui.

Related Posts

2 Responses
  1. antonella

    Bellissimi, emozionanti ….ma non solo dalla parte del giocatore che segna ………
    sono la mamma di un portiere 2005 categoria Esordienti……..e sono la testimonianza che gli ShootOut rappresentano uno stimolo enorme per un portiere. A volte ci si dimentica di quanto sia un ruolo “delicato” quello del portiere, in quanto velocemente possa abbassarsi la propria autostima in caso di errore e in caso di un goal subito!!! Gli ShootOut rappresentano l’occasione per il portiere di gioire per una bella parata, per aver saputo chiudere bene lo specchio della porta all’avversario, per aver tolto la palla da sotto la traversa con la mano di richiamo, per mettere in risalto gesta atletiche che spesso passano inosservate perché fa più spettacolo un bel goal che una fantastica parata.

Leave a Reply