+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

Spazio e tempo: attacco contro difesa per creare pericoli

Spazio e tempo sono l’essenza del calcio.
Dalla loro profonda comprensione nascono sincronismi perfetti e azioni di gioco efficaci.
Questa è una delle tante proposte che puoi trovare in mfa.mentalfootball.com!

A breve disponibile nella versione IOS e ANDROID.

Spazio e tempo: regole di gioco

Spazio di gioco: ampiezza 50m –  profondità 50m.
Attaccanti contro difensori. Una squadra composta di 6 giocatori deve cercare di segnare una rete nella porta difesa da 5 giocatori, 4 difensori e un centrocampista difensivo.

Se i difensori recuperano il pallone devono cercare di segnare una rete nelle due porte posizionate sulla linea mediana del campo, come evidenziato in figura.
Entrambe le squadre sono schierate in base al sistema di gioco scelto dal coach.

I due centrocampisti della squadra in attacco si trasmettono il pallone tra loro fino al segnale di partenza del coach.
La proposta prevede più manches in cui i ruoli vengono invertiti.

Partecipanti: due squadre composte da 6 e 5 giocatori.

Tempo di gioco: 16′ – ogni 8 minuti si invertono i ruoli.

Varianti: modificare spazi e struttura della proposta in base alle proprie esigenze; modificare le disposizioni in campo dei giocatori in relazione al sistema di gioco adottato.

Obiettivi e gestione dell’allenamento

Questa esercitazione è funzionale al miglioramento della percezione e interazione spaziale della squadra in possesso, con particolare attenzione ai diversi tempi di gioco, e del tempo di reazione della squadra nella fase di transizione.

Focus cognitivo-precettivo

L’attenzione del formatore si concentra sull’obiettivo principale di seduta.
Spess0 chi ha il pallone deve cercare di occupare lo spazio in modo ordinato, geometrico e funzionale; cercare di provare movimenti e sinergie stabilite precedemente ad allenatore e staff.

Chi deve recuperarlo deve cercare di posizionarsi sulle linee di passaggio e portare una o più azioni di pressione organizzata.
In caso di riconquista, l’azione difensiva deve essere tramutata velocemente in una di attacco, cercando di occupare lo spazio in modo veloce e su tempi diversi.

Focus tecnico

Questa esercitazione incrementa le seguenti abilità del gioco del calcio.
Lo smarcamento deve essere eseguito nei modi e nei tempi di giusti; il giocatore si muove verso lo spazio privo di avversari nel momento esatto in cui il portatore del pallone possa effettivamente trasmettergli il pallone.
Eseguire un “contromovimento” garantisce maggiori possibilità di successo.

Il marcamento è un gesto tecnico fondamentale, forse un po’ trascurato negli ultimi anni. Il difendente ha il compito di posizionarsi all’interno del triangolo immaginario formato da “palla-porta-diretto avversario”; questo gli permette vedere tutti gli elementi importanti del gioco.

La finta, gesto tecnico per superare l’avversario, è eseguita non troppo vicino né troppo lontano dall’avversario stesso, utilizzando il proprio corpo per proteggere il pallone e cercando di superarlo in modo tale da agevolare la finalizzazione a rete successiva.

La guida della palla deve essere in relazione allo spazio a disposizione: se ci si trova in spazi molto stretti, è meglio preferire un controllo del pallone con la suola o con l’interno del piede; al contrario è possibile utilizzare il collo del piede o l’esterno quando si ha a disposizione molto spazio.

La finalizzazione in porta è effettuata con l’interno, da distanza ravvicinata, e con il collo del piede da lontano.

Nella trasmissione radente il pallone rotola veloce verso il compagno, senza rimbalzare. Il piede, che colpisce il pallone utilizzando il suo interno, prosegue la sua corsa in avanti dopo aver colpito la palla e va ad aggredire subito l’avversario.

Il cross deve essere preceduto da una leggera “apertura a mezzaluna” per poter coordinarsi al meglio e per poter vedere per un istante il movimento dei compagni in area. Il pallone deve essere colpito con il collo interno del piede, leggermente “aperto” e il piede d’appoggio deve essere puntato verso l’area di rigore.

Il controllo del passaggio deve essere direzionato velocemente verso la porta avversaria; la caviglia deve essere non troppo rigida, per evitare cha la palla sfugga lontano, nè troppo morbida.

Vuoi un’altra proposta per allenare spazi e tempi di gioco? Clicca qui!

Related Posts

Leave a Reply