+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

Lezama: la fucina dei talenti dell’Athletic Club Bilbao

La prima parte dell’articolo racchiudeva due domande fondamentali.
Come può  l’Athletic Club de Bilbao essere competitivo ai massimi livelli potendo attingere unicamente da un bacino di utenza così limitato rispetto ai suoi competitor nazionali e internazionali?
Su quali segreti poggia il longevo e costante successo dell’Athletic Bilbao?
La “cantera de Lezama” è la risposta a entrambe.

Non hai letto la prima parte dell’articolo?
Eccolo QUI.


Lezama: la storia

lezama

Il centro sportivo di Lezama racchiude i campi di allenamento, la scuola calcio e il settore giovanile.
Esso rappresenta la cantera vera e propria dell’Athletic Club de Bilbao, situato a 15km da Bilbao stessa.
E’ il cuore delle fondamenta su cui poggia tutto il club da circa un secolo.

Visto le limitazioni autoimpostesi dalla società – tesseramento di soli giocatori di origini basche – è fondamentale che alcun giovane talento venga perso o disperso.
Il piccolo granello di sabbia racchiuso dalla giovane ostrica si trasformerà in una preziosa perla soltanto se sostenuto, protetto e coltivato.

Il passato

Lezama

Gli impianti sono stati inaugurati nella stagione 1971/1972 durante la presidenza di Félix Oràa; inizialmente erano composti da 3 campi da gioco e un edificio che ospitava sede e spogliatoi.
Posteriormente, sotto la presidenza di José Antonio Eguidazu, le strutture furono ampliate con l’aggiunta di ulteriori 4 campi da gioco e di un palazzetto dello sport.

Il centro sportivo di Lezama ha subito una nuova ristrutturazione sotto la presidenza di José María Arrate.
In quel periodo venne creato un parcheggio con nuove vie di accesso e di uscita, per favorire lo scorrimento di un numero sempre maggiore di veicoli.
Fu inoltre edificata una tribuna per tutti gli “aficionados” di partite della scuola calcio e del settore giovanile dell’Athletic Club.

Il futuro

lezama
Rubén Azcona, talento basco.

Il consiglio comunale ha dato il via libera al “piano di Lezama“, un progetto per ammodernare le strutture di scuola calcio e di prima squadra.
La modifica più importante consisterà nello spostamento della prima squadra nella parte alta della città dove verrà edificata una nuova struttura molto moderna, isolata acusticamente e protetta.

Al suo fianco verrà realizzato un nuovo campo di allenamento con tribuna coperta per il pubblico e per i sostenitori del club.
Tale piano operativo è il risultato di uno studio minuzioso e rigoroso delle future necessità dell’Athletic Club.
I lavori saranno ultimati entro tre anni e richiederanno un investimento di circa 12 milioni di euro alla società.

Essa si impegna a garantire maggiore solidità alla preziosissima ‘cantera’, che è alla base dei successi del club.
Nuove aule, nuove palestre e innovative sale audiovisive per sostenere a 360 gradi la formazione del giovane giocatore.

Come una perla ha bisogno di essere “incubata” per molto tempo, il talento necessita delle migliori condizioni per poter germogliare, fiorire ed essere apprezzato appieno in tutto il suo splendore.

Il presente

Il centro si sviluppa su un’area di circa 150 mila metri quadrati.

  1. Campo 1: calcio a 11, manto naturale con una tribuna coperta per 1500 spettatori.
  2. Campo 2: calcio a 11, manto naturale.
  3. Campo 3: calcio a 11, manto naturale.
  4. Campo 4: calcio a 11, manto sintetico.
  5. Campo 5: calcio a 11, manto naturale.
  6. Campo 6: calcio a 11, manto sintetico.
  7. Campo 7: calcio a 11, manto sintetico.
  8. Campo 8: calcio a 8, manto sintetico.
  9. Campo 9: calcio a 8, coperto, manto sintetico.

Tra le altre strutture presenti

  • liceo
  • sala stampa
  • centro medico
  • residenza dei giocatori

La fierezza e l’orgoglio basco gettano le basi per il ruvido successo dell’Athletic Club de Bilbao.
Strutture all’avanguardia rappresentano le sue colonne portanti.
Filosofia di gioco, cultura sportiva e metodi di allenamento innovativi sono la linfa vitale che permette la genesi del talento.

Non perdere la terza parte dell’articolo: metodologie di lavoro ed esercitazioni di ACB.

Dai un’occhiata al sito – www.lacanteradelezama.com.

 

Related Posts

2 Responses
    1. Luca Filograno

      Ciao Roberto,
      ti ringrazio per la puntualizzazione.
      C’è stato un errore: i campi in erba naturale sono quattro, mentre i restanti sono in erba sintetica.

Leave a Reply