+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

Pre-gara: proposta di riscaldamento di Mister L. Goi

Una nuova e interessante proposta di riscaldamento pre-gara ideata e realizzata da mister Luca Goi.
Se hai domande, varianti e spunti di riflessione contatta l’autore commentando in coda all’articolo.

Se vuoi ricevere questa e molte altre proposte sul tuo smartphone, tablet e pc unisciti a noi su mfa.mentalfootball.com!


Attivazione pre-gara

 

Descrizione

Spazio di gioco – ampiezza 10 m – profondità 20 m
La struttura di questa proposta necessità di casacche, cinesini, pallone/i.

Le giocatrici effettuano un giro palla all’interno dello spazio delimitato, giocatrice senza casacca passa a quella con casacca e viceversa.
Dopo aver condotto palla, effettuato un cambio di direzione, giocano palla e corrono all’interno in una delle 4 portine (le ragazze nel video sono giocatrici del GS DOVERESE , calcio femminile, serie C Lombardia).

Partecipanti: 10 giocatori

Tempo di gioco: 5/10 min

Varianti: la particolarità di questo Warm-up è quella che aggiungendo la psicocinetica può trasformarsi in un esercitazione cognitiva e tecnica per l’attività di base ed i pulcini.

Obiettivi e gestione

Questa proposta ( sulle categorie dai 14 in su.. ) migliora la concentrazione nel pre-gara, mantenendo alto il ritmo nel movimento e nella conduzione della palla, previene il rischio di traumi da infortunio ( alternando la fase del riscaldamento con lo stretching ).
Per quanto riguarda questa fase il focus è incentrato sulla concentrazione e l’intensità, cercando di raggiungere il giusto ritmo partita.

La medesima proposta può essere utilizzata per l’attività di base.

Aggiungendo la psicocinetica e concentrando il focus del formatore sugli aspetti cognitivi-percettivi,
L’esercitazione si trasforma in uno small side game dove tutti i componenti dovranno condurre palla nelle porticine ( cinesini colorati, richiamo del formatore sul colore ) e sulla trasmissione della palla al compagno ( alternando il colore della casacca – il compagno senza casacca passa a quello che la indossa e viceversa ).

Ho scritto questo articolo per mostrare come una proposta può cambiare, solamente con l’aggiunta di una variante, in questo caso la psicocinetica.
Nell’adulto il focus tecnico dell’esercitazione conta relativamente, contano aspetti coordinativi, posturali, movimento, intensità.

Nel bambino il formatore dovrà alzare il focus sulle abilità tecniche, la trasmissione radente, il controllo del passaggio (che può essere “orientato” verso le porticine).


Molte altre proposte GRATIS per te su mfa.mentalfootball.com!

Hai dei dubbi?
Scrivi all’autore commendando qui sotto.

Related Posts

Leave a Reply