+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

Metodo integrato: proposte di allenamento e progressione

Seconda parte dell’articolo “metodo integrato: semplicità complessa”.
In questo contributo troverai proposte di allenamento per implementare le capacità di gioco della tua squadra.
Il metodo integrato permette di stimolare le diverse aree di sviluppo del calciatore contemporaneamente.

Le attività simulate – secondo livello di complessità – contribuiscono significativamente al miglioramento della prestazione in tutte le fasi di gioco.

Leggi la prima parte dell’articolo (qui).
Iscriviti alla newsletter (qui): potrai utilizzare GRATIS MFAssistant e ricevere comodamente i prossimi articoli sulla tua casella di posta.


Metodo integrato: progressione didattica

 

metodo integrato

 

Così come per le esercitazioni analitiche – practicas de juego – anche per le attività simulate ci si cerca di allontanare il meno possibile dal contesto di gioco.
Le caratteristiche della competizione sono elementi specifici che devono essere mantenuti e preservati in ogni esercitazione proposta, a qualsiasi livello di sviluppo essa appartenga.

Ciò non significa che un esercizio debba essere “semplicemente complesso”.
Il coach ispirato è costantemente alla ricerca di un frammento di gioco che contenga in modo semplice e immediato tutte le caratteristiche della complessità riscontrata in fase di gara.
Le variabili coinvolte durante la partita, con le relazioni intercorrenti, devono essere salvaguardate.

La medesima filosofia si mantiene nelle attività simulate del secondo livello.
Qui si cerca di ricreare la medesima complessità del gioco tentando di svilupparla attraverso differenti attività di gioco simulate.
Ogni proposta è presentata con tutti i crismi determinati dal confronto dei sistemi di gioco, proprio e quello dell’avversario e sono correlati alle diverse fasi di gioco.

In queste attività i giocatori occupano gli stessi spazi della partita e hanno vicino gli stessi compagni di squadra che li affiancano durante la gara.
In esse si lavora per migliorare il possesso del pallone, il suo recupero, lo sviluppo di azioni veloci di contrattacco e molto altro ancora.

Questo livello della progressione didattica rappresenta lo step intermedio tra la situazione reale di gioco e le esercitazioni analitiche.

 

Proposta 1: possesso a metà “larga”

metodo integrato

In un rettangolo di gioco – dimensioni 40 x 35 metri – si gioca un 4vs4 con un jolly in un sistema di gioco di 2-2 o 3-1.

L’obiettivo di questa proposta è quello di raggiungere la zona di meta per ottenere un punto.
Il numero dei “tocchi” è in relazione all’abilità tecnica, alla categoria dei partecipanti e agli obiettivi formativi stabili dal coach.

Variante: se il gioco risulta macchinoso e impacciato è possibile aumentare il numero dei jolly, 4vs4 + 2 jolly; è anche molto vantaggioso inserire porte alle spalle della zona di meta per finalizzare a rete.

 

Proposta 2: possesso a mete d’angolo

metodo integrato

In un rettangolo di gioco – dimensioni 50 x 40 metri – si gioca un 5vs5 con un jolly in un sistema di gioco di 2-3, 3-2 o 4-1.

L’obiettivo è raggiungere le aree angolari di meta con il pallone, in modo da ottenere un punto.
Il numero di tocchi è in relazione agli obiettivi del coach, all’età dei partecipanti e al loro livello di abilità.
E’ possibile richiedere alla squadra in possesso di raggiungere una o più zone di meta: se si da questa consegna, si sta lavorando sull’ampiezza in fase offensiva.

Variante: se il gioco risulta macchinoso e impacciato è possibile aumentare il numero dei jolly, 5vs5 + 2 jolly; è anche molto vantaggioso inserire porte alle spalle delle zone di meta per finalizzare a rete.

Le proposte di allenamento seguenti incrementano il numero dei partecipanti e alternano mete “lineari” a quelle con mete ad angolo.


Vuoi ricevere altre proposte?
Unisciti a noi su mfa.mentalfootball.com!

Non temere: è GRATIS.

Leave a Reply