+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

2 contro 2 con porte orizzontali

Interessante esercitazione proposta dai colleghi danesi di Youth-Coaching DK per stimolare la capacità di risolvere una situazione problematica di gioco “2 contro 2“.
Le porte, posizionate sui lati orizzontali e fruibili da entrambe le squadre, sollecitano i giocatori in possesso della palla ad alzare la testa e utilizzare completamente il campo visivo per trovare spazi di gioco liberi e i difendenti sono chiamati a collaborare attivamente per prendere le posizioni di difesa più opportune.

Questa stagione è ormai al termine: sei già pronto per la prossima?
Iscriviti GRATIS su mfa.mentalfootball.com!
Ricevi video – esercitazioni sul tuo smartphone e tablet per organizzare la PREPARAZIONE ESTIVA e partire alla grande!


 

2 contro 2: porte orizzontali

 

2 contro 2 calcio

Descrizione
Spazio di gioco di metri 16 x 8 circa.
Il difensore trasmette il pallone a uno dei due attaccanti, dopo che questi abbia effettuato un movimento di smarcamento “lungo-corto” e chiamato il pallone.
Gli attaccanti devono cercare di segnare una rete da distanza ravvicinata in una delle due porte piccole sistemate sul lato destro e sinistro dello spazio di gioco.
E’ possibile presentere questa esercitazione in forma di gara a coppie/a squadre in modo da mantenere elevati i livelli di partecipazione, motivazione e intensità.
La durata della proposta non deve superare i 15 minuti circa ed è indicata per 6/8 partecipanti.

Feedback e comunicazione
Esercitazione analitica propedeutica allo sviluppo della capacità di 1 contro 1 sia difensivo quanto offensivo, alla visione di gioco (vedere lo spazio libero verso cui direzionare l’azione di attacco) e a prendere decisioni utili e corrette sia in possesso del pallone quanto in non possesso.
La posizione delle porta agevola la presa di decisione e i cambi di direzione della coppia di attaccanti: essi devono collaborare per creare situazioni di superiorità numerica (2 contro 1) direzionandosi sinergicamente in una direzione piuttosto che un’altra..
Feedback e correzioni del formatore devono essere rivolte all’obiettivo principale di seduta e sugli elementi sopracitati: il giocatore in possesso del pallone deve agire in fretta per metter in difficoltà il difendente, mentre quest’ultimo deve occupare lo spazio più funzionale e agire per ostacolarlo.
Il primo controllo diventa l’elemento chiave per poter aumentare esponenzialmente le percentuali di successo: direzionando lo stop verso una delle due porte si colloca in una posizione di vantaggio rispetto al difendente.
L’intesa della coppia, in entrambe le fasi, è un fattore importantissimo per raggiungere l’obiettivo.

[il video della proposta descritta comincia al minuto 2′ 30″]

 


 

Questa stagione è ormai al termine: sei già pronto per la prossima?
Iscriviti GRATIS su mfa.mentalfootball.com!
Ricevi video – esercitazioni sul tuo smartphone e tablet per organizzare la PREPARAZIONE ESTIVA e partire alla grande!

Related Posts

Leave a Reply