+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

Costruzione e Visione di Gioco: esercitazione analitica (g-A-g)

G-A-G (Globale – Analitico – Globale) rappresenta la modalità di strutturazione della seduta di allenamento che consente di monitorare accuratamente il “carico” di lavoro, soprattutto per le categorie di Scuola Calcio, ma non solo.
Le due proposte Globali (in cui tutti gli atleti sono attivi contemporaneamente) sollecitano i differenti sistemi dell’organismo per la produzione di energia, mentre l’esercitazione Analitica permette al formatore di analizzare e correggere il comportamento del singolo attraverso feedback e correzioni adeguate.
Questo esercizio analitico è molto utile per stimolare la “visione di gioco” (guardare per giocare) e la capacità di costruire azioni di attacco sinergiche e condivise, non trascurando un discreto condizionamento atletico.

Visione di Gioco: vedere per trasmettere il pallone

DESCRIZIONE
Spazio di gioco
di metri 10 x 10 circa.
Esercitazione Analitica propedeutica al miglioramento della Visione di Gioco, all’abilità di costruire il gioco (creazione di soluzioni di passaggio, smarcamento, trasmissione e ricezione con interno del piede) e alla presa di decisione.
Il giocatore “in movimento” deve ricevere e trasmettere il pallone al compagno posto al vertice del triangolo, utilizzando l’interno del piede.
Dopo aver passato il pallone, deve varcare il cancello creato dai segnalatori “rossi” e decidere se tornare a ricevere nel punto da cui era partito o direzionarsi sul vertice adiacente a quello di partenza.
Non è possibile oltrepassare per più di due volte il cancello “rosso”, oppure ritornare indietro per tre volte consecutive.
Questa regola genera imprevedibilità.
E’ possibile modulare i tempi di lavoro/tempi di recupero sulla base delle diverse esigenze. In linea di massima si consiglia di non superare i 20″ di lavoro, per le categorie più basse.

FEEDBACK E COMUNICAZIONE
L’attenzione del formatore è focalizzata sulla qualità della ricezione e della trasmissione radente: il pallone deve essere controllato e trasmesso con il piede più lontano dal segnalatore “bianco”.
Il giocatore posto sul vertice deve interpretare le intenzioni del compagno: vuole ricevere sullo stesso vertice, o vuole che il pallone gli sia trasmesso nell’altro?
Questa proposta sollecita molto la capacità di prendere decisioni corrette in situazioni dinamiche: il giocatore statico deve percepire attraverso la vista quello che avviene in un dato momento (direzione di corsa del compagno in movimento), analizzare, decidere ed eseguire il gesto tecnico indicato nella direzione corretta.


 

Vuoi utilizzare questa e molte altre proposte che il nostro staff ha selezionato e organizzato per te?

Rispondi a queste poche e semplici domande, potrai PROVARE GRATIS  MFA, il servizio pensato per te per supportare il tuo lavoro dentro e fuori dal campo!

PROVA ORA MFA

 

ball-mastery

Related Posts

Leave a Reply