+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

Esercizio per la visione di gioco nel calcio di A. Simonetto

Un interessante esercizio per la visione di gioco nel calcio creato da Andrea Simonetto.

Condividere le proposte di allenamento è il modo più semplice e veloce per arricchire il bagaglio di esperienze di ciascun allenatore/formatore: il piccolo “seme” (l’idea originale di una nuova esercitazione) farà crescere un albero di varianti (esercizi nuovi e modificati) che diventeranno patrimonio di tutti.
La crescita sportiva dei nostri giovani calciatori sarà il frutto di questa condivisione.

” Nel quotidiano utilizzo molto spesso esercitazioni proposte in progressione (vari step con stesso spazio di lavoro) e che perseguono obiettivi comuni fino all’applicazione in situazione; le ritengo uno strumento molto valido per eliminare i tempi morti che portano a calo della concentrazione e per dosare il carico cognitivo della seduta di allenamento inserendo nuove conoscenze a quelle appena apprese” [Andrea Simonetto].

Esercizio per la visione di gioco nel calcio

L’Ispirazione per la strutturazione dell’esercizio base mi è arrivata dalla visione di un filmato sulla Gabbia super tecnologica utilizzata dal Borussia Dortmund e dal successivo sviluppo nella Mental Football Cage (Footbonaut) da cui ho elaborato una variante più complessa e una esercitazione situazionale 2>1+portiere.

L’obiettivo tecnico dominante è il controllo orientato preceduto da una elaborazione psicocinetica grazie all’utilizzo di porte di colore diverso finalizzato al miglioramento della visione periferica e al concetto VEDERE per GIOCARE.

Esercizio Base

Esercizio per la visione di gioco nel calcio

Descrizione.
Spazio di gioco di forma quadrata ai cui vertici sono presenti 4 porticine di colore diverso. Le dimensioni dello spazio e delle porticine sono variabili in base all’età e al livello tecnico dei giocatori (Vedi Figura).
L’istruttore posto esternamente al lato opposto a quello del giocatore “A” chiama il colore di una delle quattro porte poste ai vertici e trasmette palla. Il giocatore “A” partendo esternamente esegue movimento incontro e dovrà eseguire un controllo orientato con l’interno destro o sinistro a favore del colore richiesto.
VARIANTE: Il giocatore “A” dovrà eseguire il controllo con l’esterno del piede destro o sinistro.

Feedback e Comunicazione.
Dopo alcune ripetizioni in cui i ragazzi approcciano all’esercizio in modo libero (preferisco non dare mai istruzioni di sorta per la risoluzione del compito) ho richiamato conoscenze pregresse dei ragazzi ponendo la domanda:
“Se la palla arriva dalla mia destra con quale interno piede è meglio controllare?”
L’effetto è stato che i ragazzi non si ponevano più frontalmente per ricevere palla ma già pre orientavano il corpo per eseguire il gesto tecnico del controllo con il lato idoneo.

Sviluppo

Esercizio per la visione di gioco nel calcio

Compreso l’esercizio base e memorizzata la dislocazione dei colori si perde l’obiettivo del miglioramento della visione di gioco in quanto i ragazzi mantengono la propria attenzione sulla palla sapendo già dove ritrovare il colore quindi orientare il controllo.

Ho quindi sviluppato una variante dal coefficiente di difficoltà leggermente superiore in quanto il giocatore varierà continuamente il suo orientamento e conseguente variazione della dislocazione dei vari colori in relazione al proprio corpo.

Descrizione.
La struttura è la medesima dell’esercizio base con la variante che il Giocatore si trova al centro dello spazio di lavoro e altri 4 giocatori sono posti esternamente ai lati tutti in possesso di una palla.
Al via dell’Istruttore il giocatore “A” orienta il corpo frontalmente a uno dei 4 compagni e questi dopo avergli chiamato il colore di una della quattro porticine gli trasmettono palla; il giocatore “A” eseguirà il controllo orientato con il piede e la superficie anatomica che ritiene più idonea. Ripetere l’esercizio fino al termine dei palloni disponibili.
VARIANTE: Il mister chiama il nome del compagno da cui riceveranno palla in modo da proporre ad ogni ripetizione sequenze diverse. Il giocatore alzerà lo sguardo alla ricerca dei riferimenti prima di ricevere palla.

Feedback e Comunicazione.
L’esercitazione si presta per essere proposta sotto forma di competizione a tempo, aspetto che soprattutto nelle fasce d’età dei più piccoli stimola l’apprendimento e l’attenzione in modo significativo.

Sviluppo in situazione

Esercizio per la visione di gioco nel calcio

Mantenendo il “fil rouge” delle esercitazioni precedenti ho proseguito con lo sviluppo in situazione.

Descrizione.
Le dimensioni dello spazio di gioco e della porta variano in base all’età e al livello dei ragazzi. Una porta difesa dal portiere, due porticine di colore diverso con due giocatori con pettorina di colore diverso e un terzo giocatore posto centralmente arretrato rispetto ai due appoggi laterali.
Il portiere trasmette palla al giocatore centrale dopo avergli chiamato uno dei due colori delle porticine. Il Giocatore che riceve dovrà eseguire un controllo orientato e trasmissione al compagno in appoggio laterale posto dietro la porticina del colore corrispondente.
Il secondo appoggio che non riceve il passaggio diviene difensore dando vita ad un 2>1 + portiere.

Feedback e Comunicazione.
Nelle esercitazioni in situazione mi limito ad osservare l’utilizzo del bagaglio di conoscenze e a dare rinforzi positivi senza preclusione o limitazione alcuna.

 

Related Posts

Leave a Reply