+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

Piccoli Amici di Mental Football

La scelta della Scuola Calcio in cui iniziare il percorso sportivo del giovane calciatore è un momento delicato e fondamentale per tutte le famiglie: obiettivi di crescita proposti attraverso allenamenti efficaci permettono al giovane sportivo di sviluppare abilità indispensabili per il calcio e per la vita.
Il formatore (l’allenatore che segue la squadra) che utilizza una comunicazione coerente con l’età del suo gruppo squadra favorisce lo sviluppo di Autostima e Autoefficacia.
Prenditi tutto il tempo che ti serve: non scegliere a caso.

Calciare, crescere, decidere.

piccoli-amici-mental-football

Come già ampiamente trattato in precedenza, risultato e crescita individuale/sportiva non sono direttamente proporzionali, o almeno non sempre.
Per diventare dei veri e propri calciatori è necessario ampliare al massimo il proprio bagaglio di esperienze individuali: un bambino di 5 anni che inizia il suo percorso sportivo naturalmente non può avere tutte le risorse di un campione affermato, o anche solo di un adulto che pratica questo sport per diletto.

L’errore è lo strumento che permette al bambino  di autoformarsi; il formatore è colui il quale è in grado di ricreare situazioni in allenamento, analoghe al contesto di gara che gli permettano di sperimentare nuove strategie di soluzione ai vari problemi, di sbagliare, di ricominciare.
Il tutto svolto in assoluta sicurezza, divertimento e tranquillità.

Per queste ragioni è necessario dedicare molto tempo e attenzione alla scelta della società più giusta, in cui far muovere i primi passi ai nostri piccoli appassionati, iscrivendoli al gruppo Piccoli Amici.
Le famiglie hanno il diritto/dovere di informarsi, di documentarsi sulla effettiva funzionalità delle metodologie di allenamento condivise da una “società X” e di conoscere e sincerarsi che il proprio figliolo finisca “nelle mani” di un istruttore/formatore/allenatore formato, aggiornato e preparato per stare a contatto con i bambini, in un’età cosi sensibile.

L’allenamento di ciascuna singola fascia d’età è caratterizzato da proposte create “ad hoc” proprio per quel periodo evolutivo e la loro proposta pratica è agevolata e supportata da una comunicazione adeguata.

E’ possibile allenare l’obiettivo “percezione spazio-temporale” sia nei più grandi, tanto quanto nei più piccoli: la comunicazione formatore/calciatore e la tipologia della seduta di allenamento saranno vicine e propedeutiche all’età dei partecipanti.
Per esempio è possibile giocare con le figure geometriche, con un gruppo di piccoli amici, mentre si allenano i movimenti difensivi di reparto, in un gruppo di under 17: l’obiettivo è sempre quello di migliorare la percezione spazio-temporale in sinergia con i propri compagni presentato in modi differenti.

La comunicazione tra formatore/giovane calciatore influisce sullo sviluppo di Autostima (autovalutazione di Sé stessi) e Autoefficacia (valutazione sulla capacità di compiere un dato gesto/azione/compito): correzioni troppo generiche, severe o aggressive possono minare e compromettere la percezione che il bimbo ha di sé.

Non mettere tuo figlio nelle mani del primo che passa, solamente per vincere qualche partita in più!
I danni possono davvero essere enormi…


Piccoli Amici e Problem Solving.

Piccoli Amici - Problem Solving

Edoardo Fogli, preparatore atletico del nostro staff, sta presentando una tesi di ricerca inerente al miglioramento della capacità di problem solving di un gruppo di giovani calciatori, grazie all’utilizzo di mirate esercitazioni cognitivo/percettive.
Non possiamo, al momento, fornire esaustivamente dati e tabelle, in quanto la tesi verrà discussa entro pochi giorni: essa sarà a disposizione degli utenti a partire dal giorno successivo.

La capacità di problem solving è ciò che permette all’uomo di elaborare strategie di risoluzione a problemi più o meno complessi; l’individuo percepisce i dati sensoriali provenienti dall’ambiente, li analizza, decide e pianifica l’azione secondo una strategia strutturata e, come succede nel calcio, condivisa.

Edoardo ha effettuato una piccola ricerca longitudinale su un gruppo di piccoli amici che gli ha permesso di ottenere risultati significanti, attraverso l’analisi dei dati inerenti alle loro decisioni prese in partita.
All’inizio della stagione, i piccoli amici prendevano decisioni autonome corrette per il 69% degli eventi, mentre tale percentuale è salita a 89%, dopo un anno di training specifico.


Mental Football e Piccoli Amici CBS – Scuola Calcio Milan.

Piccoli Amici - Cbs

A questo proposito, da Settembre 2015 Mental Football supporterà il gruppo Piccoli Amici del Cbs Scuola Calcio Milan, con sede in corso Sicilia 58 a Torino.
La collaborazione prevede confronti aperti e costanti con i formatori che seguiranno le squadre dei piccoli amici (2010 – 2009 – 2008), formazione interna per quanto riguarda comunicazione efficace e contenuti/obiettivi di allenamento e condivisione della struttura della seduta, secondo la funzionale metodologia belga Globale – Analitico – Globale.

Attraverso proposte inerenti agli obiettivi di crescita Mental Football, i piccoli amici sviluppano le capacità necessarie per diventare un bambino/un calciatore efficace, attraverso il gioco e il divertimento in totale sicurezza.

Se hai un figlio nato tra il 2010 e il 2008 non esitare a contattarci: ti invieremo tutte le informazioni e il supporto necessario per aiutarti nella difficile scelta della società di calcio più adatta alla crescita del piccolo sportivo!

Se ti trovi nei pressi di Torino, vieni a trovarci in Corso Sicilia 58!


Iscriviti gratuitamente su www.mentalfootball.com per ricevere GRATIS consigli, aggiornamenti, articoli e molto altro ancora.

Related Posts

Leave a Reply