+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

Scheda Esercitazione 2.0

Esperanto: la necessità di utilizzare un linguaggio comune

Scheda Esercitazione
Torre di Babele, simbolo della divisione linguistica umana.

L’esperanto è una lingua pianificata, sviluppata tra il 1872 e il 1887 dall’oftalmologo polacco di origini ebraiche Ludwik Lejzer Zamenhof.
È la più conosciuta e utilizzata tra le lingue ausiliarie internazionali (LAI).
Presentata nel Primo Libro (Unua Libro – Varsavia, 1887) come Lingvo Internacia (“lingua internazionale”), prese in seguito il nome esperanto (“colui che spera”, “sperante”) dallo pseudonimo di Doktoro Esperanto, utilizzato dal suo creatore.

Scopo della lingua è di far dialogare i diversi popoli cercando di creare tra di essi comprensione e pace con una seconda lingua semplice ma espressiva, appartenente all’umanità e non a un popolo.
Un effetto di ciò sarebbe quello di proteggere gli idiomi “minori”, altrimenti condannati all’estinzione dalla forza delle lingue delle nazioni più forti.
Per questo motivo l’esperanto è stato ed è spesso protagonista di dibattiti riguardanti la cosiddetta democrazia linguistica [fonte: wikipedia].

Secondo l’autore, le difficoltà e le differenze di linguaggio sono spesso state causa di incomprensioni e di violenza nel corso della storia.
Esperanto nasce come lingua ausiliaria, una sorta di tramite tra la differenti nazioni che permettesse loro di dialogare liberamente e senza incomprensioni, in modo da salvaguardare e proteggere le lingue minori, tutelando le minoranze linguistiche.
La principale caratteristica di questa lingua è la propria neutralità rispetto ai diversi tipi di organizzazioni e di movimenti politici, religiosi: uno strumento semplice ed efficace per comunicare e per trasmettere cultura.

Scheda Esercitazione Mental Football

IMG

 

Mental Football è condivisione di cultura sportiva: sia da un punto di vista etico/sociale, sia da uno più squisitamente metodologico e operativo.

Per comunicare in modo efficace è fondamentale utilizzare un linguaggio condiviso: uno strumento funzionale che permetta ai soggetti coinvolti, di entrare velocemente in contatto e di scambiarsi rapidamente il messaggi
La crescita individuale e collettiva dei giovani sportivi è frutto della bontà delle esercitazioni e degli allenamenti proposti dagli allenatori/formatori: opportunamente catalogate queste diventano strumento di conoscenza da scambiare e condividere tra gli addetti ai lavori.

Così come l’Esperanto, la scheda esercitazione Mental Football permette di raccogliere le proposte di allenamento in modo neutrale, ordinandole secondo obiettivi cognitivi/percettivi e in base al “mezzo tecnico” impiegato.

Di seguito, una proposta di allenamento per la categoria Pulcini utile a migliorare la visione di gioco (clicca la scheda).

Scheda Esercitazione
Scheda Esercitazione

 

Ricevi GRATUITAMENTE la scheda tecnica iscrivendoti su www.mentalfootball.com e crea le tue esercitazioni!

Inviaci le tue proposte e le migliori verranno immediatamente condivise con tutti i nostri utenti!

Related Posts

18 Responses
    1. Luca Filograno

      In arrivo sulla tua casella di posta!
      Settimana prossima sarà on line il sito nuovo: tutti gli utenti la riceveranno sempre e comunque FREE!
      NdR: la scheda in formato excel è compilata in qualità di esempio: cancellala e salva la tue esercitazioni; le più belle le pubblichiamo!

    1. Luca Filograno

      Dovrebbe essere arrivata a tutti con mail e link per scaricarla, ok? 🙂
      Poi, mi raccomando, condividete le vostre proposte di allenamento con tutti… 🙂

  1. Luca Filograno

    La scheda è gratuita!
    Dovete semplicemente registrarvi sul sito (è gratis) e ve la inviamo sulla vostra casella di posta.
    Stiamo selezionando le migliori proposte di allenamento: le più interessanti e innovative verranno pubblicate in maggio!
    🙂

Leave a Reply