+39 334 8074306 staff@mentalfootball.it

riEvoluzione: proposte evolutive per Lettura delle Traiettorie

riEvoluzione Mental Football: prima i concetti, poi le proposte.

riEvoluzione
riEvoluzione – Mental Football

(nota per il lettore – l’introduzione è la medesima per ciascun “obiettivo cognitivo”: se ti interessa visionare velocemente SOLTANTO le proposte, scorri ai video in fondo alla pagina; altrimenti continua a leggere)

Evoluzione: “…il lento, progressivo e ininterrotto accumularsi di modificazioni successive, fino a manifestare, in un arco di tempo sufficientemente ampio, significativi cambiamenti morfologici, strutturali e funzionali negli organismi viventi”. [fonte: wikipedia]

Età Evolutiva: “In psicologia, il periodo della vita dell’individuo umano che va dalla nascita al 25°-30° anno e che segna lo sviluppo di una serie di funzioni e processi, da quelli senso-percettivi e motori a quelli intellettivi, affettivi e sociali” [fonte: Treccani];
“… l’età evolutiva è un periodo fondamentale della vita dell’individuo…quel periodo della vita durante il quale l’individuo raggiunge il pieno delle sue caratteristiche somatiche e psichiche…le maggiori rivoluzioni di ordine psichico, dalla consapevolezza del sé, alla formazione stabile della personalità, procedono di pari passo con i maggiori cambiamenti di tipo fisico. Ed in tal senso possiamo inquadrare l’età evolutiva, ancora una volta, dalla nascita sino a circa il ventesimo anno di età” [fonte: “Il giovane campione” di De Pascalis].

Propedeuticità/Propedeutico: “che avvia allo studio di una disciplina; preparatorio” [fonte: Sabatini Coletti]

Maieutica: “L’arte dialettica viene paragonata da Socrate a quella della levatrice: come quest’ultima, il filosofo di Atene intendeva “tirar fuori” all’allievo pensieri assolutamente personali, a differenza di quanti volevano imporre le proprie vedute agli altri con la retorica e l’arte della persuasione”.
In pratica, “…Il metodo può essere utilizzato da un professore capace per insegnare agli studenti non delle nozioni, ma la predisposizione a pensare con la loro testa” [fonte: wikipedia/Metodo Socratico]

Pazienza: …” è la facoltà umana di rimandare la propria reazione…, mantenendo nei confronti dello stimolo un atteggiamento neutro. La pazienza è una qualità e un atteggiamento interiore proprio di chi accetta…le difficoltà…, le controversie…, con animo sereno e con tranquillità, controllando la propria emotività e perseverando nelle azioni. E’ la necessaria calma, costanza, assiduità, applicazione senza sosta nel fare un’opera o una qualsiasi impresa”.

Altruismo: “…si indica l’atteggiamento e il comportamento di chi ha la qualità (morale) di interessarsi al benessere dei propri simili”;
Secondo Richard Dawkins,  “Bisogna cercare di insegnare generosità e altruismo, perché siamo nati egoisti. Bisogna cercare di capire gli scopi dei nostri geni egoisti, per poter almeno avere la possibilità di alterare i loro disegni, qualcosa a cui nessun’altra specie ha mai aspirato”.

riEvoluzione è una collana di spunti di riflessione e di strumenti di lavoro pensati per i formatori/allenatori di scuole calcio e settore giovanile, che condividono l’importanza delle capacità cognitive nell’attività sportiva e che cercano una metodologia di “insegnamento” coerente, funzionale e in relazione al periodo evolutivo.

La riEvoluzione proposta da Mental Football è “Evoluzione ed Età Evolutiva”.
Il calcio, così come gli altri sport e il mondo in generale, è in continuo divenire; allo stesso modo mutano le tecnologie scientifiche che possono facilitare il lavoro del formatore ed egli stesso diviene centro del cambiamento, grazie a opportuni corsi di aggiornamento e confronti tra colleghi.
Evolversi significa cambiare, crescere. Il periodo evolutivo, quello dei “nostri allenati” per intenderci, è quello più sensibile, delicato, ma al contempo più ricettivo al cambiamento ed esposto a mutamenti.
E’ quantomai fondamentale che il formatore conosca tecniche di linguaggio e comunicazione attraverso cui stimolare i propri giocatori e guidarli nel loro percorso di crescita.

riEvoluzione è propedeutica, in quanto crea presupposti; essa distoglie lo sguardo fisso del formatore dal “dito” (il risultato della partita settimanale), alla “luna” (l’obiettivo cognitivo di crescita).
riEvoluzione è “pazientemente lenta”, maieutica perché “tira fuori” e non insegna (mette dentro); il formatore libera le capacità già nascoste nel bambino come Michelangelo “liberava il marmo superfluo che imprigionava l’opera d’arte, già presente dentro il blocco”.
E’ altruista, in quanto, così facendo, antepone ai propri desideri, le necessità degli altri.


 

Per ciascun obiettivo cognitivo/percettivo (Open Skills/Life Skills), Mental Football propone qui 4 proposte di allenamento, suddivise per fasce di età: kids (primi calci), Soccer School (fino al 1 anno esordienti), Youth (fino agli allievi) e Adult (gruppo primavera e prima squadra).
Questo permette di fornire un piccolo “spunto” per allenare l’obiettivo in questione, nei differenti momenti evolutivi.
Critiche, proposte, idee e riflessioni sono sempre ben accetti.

Alleniamo la Lettura e la Produzione di Traiettorie in Scuole Calcio e Settore Giovanile:

  1. Kids: “fai centro”
  2. Soccer School: lanci lunghi tra quadrati
  3. Youth: trasmissione lunga per tempi di gioco
  4. Adult: possesso “traghetto”

Kids: “fai centro

Si cerca di far rimbalzare il pallone all’interno del cerchio, a coppie, colpendolo una volta per uno. Vince chi fa più centri. Si può giocare partendo con il pallone in mano, o consecutivamente con i piedi, se si è più bravi.

Traiettorie di gioco
Traiettorie di gioco

Soccer School: lanci lunghi tra quadrati


Youth: trasmissioni lunghe per tempi di gioco

Utilizzando due palloni contemporaneamente. La sequenza dei passaggi é: CORTO (verso il centrale), CORTO (verso l’esterno), LUNGO (cambio di gioco sulla corsa del terzo compagno).

riEvoluzione
Trasmissione lunga per tempi di gioco

Adult: possesso “traghetto”

Related Posts

2 Responses
  1. Bruno Celestino BALLINI

    Trovo che organizzare il proprio allenamento in modo funzionale ed utile per stimolare l’aspetto cognitivo sia molto
    importante. Io inoltre cerco sempre di far emergere l’iniziativa personale dei miei allievi pur tenendo presente la necessità di crescita tecnico-tattico-atletico

    1. Luca Filograno

      Si; è anche il nostro pensiero. Avendo ben chiari gli obiettivi cognitivi e mantenendo abbastanza costante la struttura della seduta di allenamento ci si può dedicare più liberamente alle proposte e alle correzioni.
      Noi di Mental Football abbiamo deciso di seguire la proposta belga per strutturare l’allenamento: Globale – Analitico – Globale; in questo modo, soprattutto con i più piccoli, è possibile far “giocare” immediatamente, proporre un’esercitazione in base all’obiettivo e poi riproporre una successiva tipologia globale di esercitazione, in cui valutare i miglioramenti e gli sviluppi.

Leave a Reply